Camerette per bambini, i consigli per progettarle al meglio

La progettazione di una cameretta destinata ai bambini deve essere curata in modo da garantire ai piccoli sicurezza e comodità. Sono molte le famiglie che decidono di rivolgersi a un designer per soddisfare tutte le proprie aspettative in questo ambito: si parte da un modellino in 3D, che ovviamente deve tener conto di tutte le misure degli ambienti, per poi procedere con la scelta dei vari dettagli estetici, dai colori alle decorazioni sui complementi di arredo. Una particolare attenzione deve essere riservata all’impianto di illuminazione, per mettere a disposizione una luce ottimale per il gioco o per la lettura.

Camerette per bambini

La progettazione personalizzata

Una progettazione su misura, pertanto, si articola in vari step successivi, e in molte occasioni si può prendere spunto da modelli già esistenti, che possono fungere da ispirazione. Su Internet, e magari su Instagram, non è difficile trovare foto e disegni da cui lasciarsi conquistare. Ma quali sono gli aspetti che è necessario tenere in considerazione per far sentire i bambini a proprio agio? Design e gusto sono le direttrici di partenza, ma ciò che conta è dare vita a spazi luminosi e ben vivibili sin da quando i piccoli gattonano fino alla loro adolescenza.

Le camerette modulari

Da ciò si può ben capire la necessità di optare per camerette per bambini modulari, cioè tali da poter essere modificate nel corso del tempo. In caso di necessità potrebbe essere utile, per esempio, togliere alcuni pannelli per rimpiazzarli con altre soluzioni, così come non è da escludere l’eventualità di cambiare la disposizione dei vari elementi dell’arredo a seconda dei casi. Gli stessi colori possono essere protagonisti di un processo di rivisitazione: non è detto che le tinte pastello siano apprezzate dai ragazzi nel momento in cui iniziano a diventare grandicelli.

Coinvolgere i bambini

Se i bambini sono già abbastanza grandi per esprimere le proprie opinioni e per manifestare le proprie preferenze vale la pena di prevedere il loro coinvolgimento e di ascoltare il loro parere. In qualsiasi caso, però, è indispensabile badare alla sicurezza, specialmente nella gestione di punti critici come quelli rappresentati dagli spigoli o da elementi potenzialmente pericolosi: da questo punto di vista è importante non badare a spese. La stanzetta è il contesto in cui i bambini giocano in compagnia degli amici, si rilassano e si riposano, leggono e studiano: questo ambiente dovrebbe essere ideato per accompagnare nel migliore dei modi possibili la crescita dei piccoli, sia dal punto di vista mentale che dal punto di vista fisico.

Scegliere i complementi di arredo

Tra i tanti elementi di arredo a cui si deve pensare per la progettazione delle camerette per bambini ci sono i letti, che possono essere caratterizzati da formati differenti, come quelli che vengono proposti da Kasa-Store: i classici letti a castello sono affiancati, negli ultimi tempi, a letti con configurazioni speciali, dal camion dei pompieri alla carrozza della principessa. I lettini devono essere realizzati con materiali di qualità, tali da garantire un riposo ottimale: il sonno è molto importante per il benessere dei piccoli e per assicurare loro il buon umore.

Cosa non può mancare in una cameretta

Il terrore di tutti i papà e le mamme è rappresentato da una stanzetta in cui il disordine regni sovrano, ma per rimediare a questo inconveniente sono sufficienti alcuni accorgimenti da adottare sotto il profilo dell’arredamento: per esempio, ricorrendo a un portagiochi in legno, ma anche a scaffali e ripiani su cui mettere i libri e gli album da colorare. Un cestone in vimini o contenitori in plastica sono altrettanto utili per evitare di ritrovarsi alle prese con un pavimento inondato di giocattoli e pastelli colorati.