Come fare per capire qual è l’antifurto giusto per te

Il mercato degli antifurti propone una grande varietà di soluzioni che permettono di assecondare qualsiasi tipo di richiesta. Basti pensare, per esempio, ai kit che dispongono di una tecnologia wireless e che sono concepiti per essere configurati in maniera automatica. Si tratta di kit che offrono il vantaggio di poter essere installati in maniera decisamente semplice; nella maggior parte dei casi sono inclusi un registratore e un set di telecamere, anche a infrarossi.

antifurto

I sistemi di videosorveglianza

I sistemi di videosorveglianza vanno a integrare le centraline di allarme tradizionali: essi comportano l’installazione di telecamere, da collocare sia nei locali interni che negli spazi esterni, grazie a cui è possibile monitorare la propria casa anche a distanza, in qualsiasi momento. Tutto quel che bisogna fare è scaricare un’apposita applicazione sul proprio smartphone: effettuando l’accesso, si possono visualizzare le immagini che vengono riprese dalle telecamere in tempo reale, anche se ci si trova a centinaia o migliaia di chilometri di distanza.

Non sono poche, ormai, le piattaforme online che vendono le componenti più importanti di questi sistemi a prezzi convenienti. In ogni caso, per una corretta installazione è sempre preferibile rivolgersi a un personale tecnico esperto e altamente qualificato.

Integrare le telecamere di sorveglianza

Le telecamere di sorveglianza costituiscono di sicuro un eccellente deterrente per i ladri e i topi d’appartamento che hanno intenzione di penetrare nella proprietà altrui: è sufficiente collocare in modo opportuno le telecamere al di fuori della propria casa per scoraggiare i criminali e indurli a indirizzare il proprio mirino su altri obiettivi. Nel caso in cui si viva in una villa circondata da un grande giardino, poi, è auspicabile il ricorso a un allarme casa perimentrale.

Come si sceglie l’antifurto migliore

Un impianto antifurto al giorno d’oggi è una soluzione di cui non si può fare a meno per migliorare e tutelare la sicurezza dell’appartamento in cui si vive. La paura da sconfiggere è quella di subire furti o rapine, visto che i malintenzionati non sempre aspettano che i padroni di casa se ne vadano, ma sempre più spesso fanno irruzione nelle proprietà altrui anche in presenza degli inquilini: situazioni che, come è facile intuire, non rappresentano un rischio solo per il patrimonio, ma soprattutto per l’incolumità delle persone.

Per questo motivo, individuare un impianto di allarme adeguato ai propri bisogni presuppone una scelta prudente e attenta. La prevenzione e la protezione viaggiano di pari passo, e non si può pensare che optando per la soluzione meno costosa tra quelle disponibili sul mercato si possa prendere la decisione giusta.

I kit fai da te

Per chi non ha molta esperienza in questo ambito, una prima decisione da prendere è quella relativa alla scelta tra un impianto professionale, che venga installato da un professionista, e un kit fai da te, che può essere montato direttamente dal padrone di casa. È chiaro che se ci si rivolge a una ditta del settore si ha la possibilità di contare su tutte le tecnologie e su tutti gli accessori funzionali che garantiscano una resa ottimale.

Le caratteristiche tecniche di un antifurto

Per evitare imprevisti e inconvenienti, non si può far altro che prestare attenzione alle caratteristiche tecniche dei diversi prodotti in cui ci si imbatte, non prima di aver pianificato il budget che si è disposti a investire per rendere il proprio appartamento più sicuro e protetto. Allarmi wireless e antifurti cablati, ma anche sistemi misti: le tecnologie odierne assicurano una piena libertà di scelta, ma rischiano di disorientare i consumatori meno esperti e informati sulle novità di questo settore.