Migliori robot tagliaerba: guida all’acquisto

Scegliere uno dei migliori robot tagliaerba in commercio significa optare per un modello pratico e funzionale capace di gestire il lavoro di rasatura in maniera autonoma e indipendente. In tal senso questi apparecchi robotizzati hanno letteralmente rivoluzionato il mercato offrendo una rasatura più accurata e precisa per via del potenziale garantito dalle loro tecnologie all’avanguardia. In questo quadro trovare il modello giusto per le proprie esigenze si può rivelare un’impresa conoscendo l’ampio numero di modelli e offerte presenti su Amazon. Per aiutarvi ad effettuare la scelta più saggia abbiamo preparato per voi una dettagliata guida all’acquisto con i migliori tagliaerba robotizzati presenti nel mercato on line. Ognuno di essi è supportato da una breve descrizione nella quale sono stati raccolti i suoi maggiori meriti funzionali. Buona lettura!

migliori robot tagliaerba

Quali sono i Migliori robot tagliaerba?

Worx Landroid WR105SI

Questo modello si fa innanzitutto notare per il suo valido sistema di taglio, complice le sue 3 lame affilate su entrambi i lati con le quali è in grado di assicurare una rasatura sempre precisa. In tal senso utilizzando entrambi i lati non solo è in grado di garantire un taglio più accurato ma contribuisce anche a ritardare l’usura della lama. A ciò si aggiunge un altro fattore che merita tutta la vostra attenzione e chi vi allegerirà il lavoro soprattutto dopo la rasatura stessa. Ebbene non ci sarà più bisogno di raccogliere l’erba tagliata, dato che le sue lame sminuzzeranno quella in eccesso con lo scopo di utilizzarla come fertilizzante.

Sul piano funzionale questo modello spicca per il programma multizona con cui può impostare le aree su cui lavorare attraverso una precisa pianificazione mediante un timer. Inoltre una volta rasata la superificie interessata, il robot torna automaticamente alla propria base a lavoro finito per ricaricarsi. Segue la possibilità di controllare il suo lavoro da remoto tramite un’applicata installata sul proprio smartphone.

Punti di forza: spicca per la sua larghezza di taglio pari a 18 cm oltre che per la sua altezza facilmente regolabile tra 20 e 60 cm. A ciò si aggiunge la possibilità di lavorare efficacemente su terreni con un’ampiezza massima di 500 metri quadrati e con un’inclinazione massima del 35%.

Ideale: per coloro che necessitano di un modello in grado di gestire ogni fase del suo utilizzo, complice la presenza combinata di vari sensori intelligenti con i quali può migliorare il suo funzionamento: da quello di sollevamento a quello anti-urto, fino a quello anti-pioggia.

Controlla cliccando qui l’offerta su Amazon

Worx WR091S Robot Rasaerba Landroid, 36 W, 20 V, Nero Arancio, 300 mq
  • Per superfici fino a 300 mq, motore BRUSHLESS a induzione senza contatti elettrici striscianti, base di ricarica laterale a scomparsa, sistema di taglio decentrato per rasare...
  • Sensore pioggia( in caso di pioggia rientra da solo alla base); sistema di taglio mulching (auto-fertilizzazione)

Worx Landroid WR102SI.1

Questo modello si fa notare innanzitutto per il suo tipo di alimentazione dato che si rivela supportato da una batteria agli ioni di litio in grado di erogare 2 ampere-ora con una potenza di 20 volt. Tenendo bene a mente che per una ricarica completa si va dai 40 ai 60 minuti. In questo modo possiamo utilizzare il robot tagliaerba per un tempo massimo previsto di un’ora e mezza. Ciò che però rende questo robot taglaierba uno dei migliori della sua categoria è sicuramente la sua struttura con un peso di 8,8 kg e misure di 54,2 x 40,1 x 23,6 cm. Il suo formato prevede una base a colonnina, mai ingombrante, la cui presenza è dissimulabile durante tutta la fase di ricarica. Inoltre questo modello può vantare un livello di rumorosità di circa 68 decibel.

Inoltre questo modello si fa notare per la sua sicurezza dato che esso prevede l’inserimento di un codice pin per poterlo utilizzare. Meccanismo vantaggioso nel caso in cui qualcuno tenti di rubarlo. A quel punto scatta un allarme acustico. A ciò si aggiunge un pacchetto accessoriato tra cui spicca accanto alla base di ricarica con una prolunga di 10 metri, un filo perimetrale da 130 metri, 2 misuratori, 9 lame di ricambio, 2 connettori per il filo perimetrale.

Punti di forza: spicca per il lavoro netto e deciso delle sue 3 lame che possono girare in entrambi i sensi, tenendo bene a mente che sono affilate da entrambi i lati. In questo modo assicuriamo un lavoro ben fatto ma soprattutto con tempistiche piuttosto ridotte. Tra i valori tecnici che apprezziamo si fa notare una larghezza di taglio di 18 cm unitamente ad un’ altezza che oscilla tra i 20 ai 60 cm. Senza dimenticare i terreni a cui è destinato la cui ampiezza non supera mai i 450 metri fino al 35% di pendenza.

Ideale: per coloro che stanno cercando un robot caratterizzato da funzioni aggiuntive in grado di alzare la posta in gioco. Tra queste si fa notare la funzione taglaibordi con cui assicura tagli molto precisi vicino ai bordi. Segue la possibilità di gestire il suo funzionamento tramite un’applicazione per smartphone.

Controlla cliccando qui l’offerta su Amazon

Worx WR102SI.1 Robot Rasaerba Landroid, 20 V, Nero Arancio, 450 mq
  • Motore BRUSHLESS a induzione senza contatti elettrici striscianti, base di ricarica laterale a scomparsa, sistema di taglio decentrato per rasare l'erba fino al bordo, già...
  • Sensore pioggia( in caso di pioggia rientra da solo alla base); sistema di taglio mulching (auto-fertilizzazione)

McCulloch R600

Ciò che pone questo modello su uno scalino superiore è la sua efficienza funzionale che lo rende adatto a qualsiasi tipo di impiego con la possibilità di funzionare perfettamente anche sotto la pioggia. Tutto merito del suo sistema di taglio con il quale può assicurare un elevato livello di prestazioni. Nello specifico può fare affidamento su ben 3 lame rotanti le quali si occupano di sminuzzare l’erba durante la fase di rasatura in modo da renderla utile come fertilizzante. In questottica il modello in oggetto può fare affidamento su una larghezza di taglio di 17 cm con un’altezza variabile tra i 20 e i 50 cm. In questo modo può diversificare i risultati al livello estetico.

Sul piano pratico c’è da ricordare che questo robot può tosare anche prati fino a 600 metri quadrati e con un’inclinazione del 25%. Un altro aspetto che merita la vostra attenzione riguarda la sua struttura, dato che questo modello pesa 7,1 kg e misura 60 x 44 x 26 cm. In siffatto contesto la sua base è caratterizzata da una piattaforma orizzontale con annessa piccola copertura frontale, che lo rende un modello discreto poco visibile nell’erba del giardino.

Punti di forza: spicca per la presenza di un pratico e comodo telecomando con cui autorizza un controllo immediato tramite remoto. Inoltre nel sistema integrato si fa notare la presenza di unsensore di sollevamento che in pratica blocca la rotazione delle lame tutte le volte che qualcuno inavvertitamente prova a sollevarlo. In questo modo possiamo stare tranquilli se i nostri figli giocano sul prato mentre il robot è in funzione. Inoltre a differenza degli altri modelli questo robot “non ha paura” della pioggia e infatti non è presente il sensore anti-pioggia, complice un rivestimento che lo rende perfettamente agibile anche in presenza di pioggia che quindi non andrà a danneggiare la macchina.

Ideale: per coloro che hanno bisogno di un aiuto costante per tenere curato il giardino ma che soprattutto vivono in luoghi in cui frequentemente piove. Inoltre si rivela perfetto per chi necessita di un modello equipaggiato dato che all’interno della sua confezione troveremo anche una base di ricarica con un cavo di 10 metri, unfilo perimetrale da 150 metri e 3 lame in modo da ampliare il raggio d’azione delle sue funzionalità.

Controlla cliccando qui l’offerta su Amazon

McCulloch Rob R600 Tosaerba Senza Fili Robot
  • Adatto per prati di 600 MQ
  • Dispone di una batteria agli ioni di litio

Migliori robot tagliaerba: guida all’acquisto

Per scegliere uno dei migliori robot tagliaerba presenti in commercio occorre prendere in considerazione una serie di criteri fondamentali che non possiamo di certo sottovalutare. Tra questi spicca sicuramente il relativo sistema di taglio. Ragion per cui bisogna valutare le sue lame, laddove il loro numero varierà a seconda del loro impiego: da un minimo di 2 ad un massimo di 4 o 5. Occorre ricordare però che vi sono alcuni modelli che sono caratterizzati dalla presenza di lame affilate su entrambi i lati con lo scopo di prolungare la durata della lama.

A ciò segue un altro valore importante come la lunghezza delle lame che deve attestarsi intorno a 18 cm, dato che esso influirà sul tempo che il robot impiegherà a completare la tosatura del prato. Completa la lista dei criteri del sistema di taglio la relativa altezza che sia necessariamente regolabile in modo da ottenere risultati diversi a seconda delle proprie esigenze. I modelli più comuni prevedono un range di 30 o 40 cm, laddove se l’altezza minima di taglio è di 20 cm quella massima sarà di 60 cm.

Con la copertura massima indichiamo invece l’area massima del prato che possiamo falciare sulla base del suo carattere autonomo e indipendente che contraddistingue i robot tagliaerba. In quest’ottica va ricordato che i modelli più gettonati lavorano su terreni dall’ampiezza maggiore di 1000 metri quadrati, mentre gli altri prodotti possono essere impiegati su superfici di 500 metri quadrati.

Tenendo bene a mente che esistono anche modelli per terreni di piccole dimensioni, e quindi in spazi inferiori ai 100 metri quadrati. A tale valore ne aggiungiamo un altro strettamente connesso con la sua capacità di adattamento a qualsiasi tipo di terreno soprattutto se intendiamo usare un robot tagliaerba in una zona collinare. In questo scenario si fa notare la pendenza massima del terreno che in genere si attesta sul 35% (19° sul goniometro).

Completiamo la lista dei vari criteri di valutazione con i loro sensori intelligenti in grado non solo di facilitare ma soprattutto di migliorare il loro funzionamento. Tra questi spicca quello anti-urto che blocca l’azione delle lame nel momento in cui percepiscono la presenza di un ostacolo lungo il tragitto, quello di sollevamento, che blocca il motore del robot quando viene sollevato dal terreno, evitando l’uso istintivo dei più piccoli, fino a quello anti-pioggia che si attiva quando inizia a piovere spindengo il robot alla base per evitare che venga danneggiato.